Finanza Sostenibile

Strumenti finanziari per gestire le opportunità dei cambiamenti climatici

La Climate Finance o Finanza Sostenibile deve essere considerata strumento imprescindibile per accelerare l’azione sul clima e gestire in modo efficace i rischi ed opportunità associati ai cambiamenti climatici ed è chiamata ad assumere un ruolo di primo piano nel sostenere questo processo.

La finanza sostenibile, declinata in termini di “SRI” (dall’inglese Sustainable and Responsible Investment) comprende investimenti che, in una prospettiva di lungo periodo, integrano criteri ambientali, sociali e di governance (o ESG, dall’inglese Environmental, Social and Governance).

Rafforzare il ruolo della finanza nella realizzazione di un'economia efficiente che consegua anche obiettivi ambientali e sociali è uno degli obiettivi prefissati anche dalla Comunità Europea. Con il primo piano d'azione sulla finanza sostenibile, che prevede di realizzare un sistema (tassonomia) unificato per fornire chiarezza e orientamento in merito alle attività da considerarsi "sostenibili" e utili alla mitigazione dei cambiamenti climatici, l’Europa si impegna per la promozione di una società più sostenibile e responsabile ed un'economia low-carbon.

La fiducia negli obiettivi sul clima e nell'utilizzo della Finanza Sostenibile per far fronte ai cambiamenti climatici è fondamentale ed è avvicinando strumenti finanziari sostenibili alle imprese, che il settore privato può contribuire ad un aumento del livello di consapevolezza sui cambiamenti climatici a livello globale.



CONTATTACI

Carbonsink aiuta le aziende ad integrare i criteri ambientali, sociali e di governance (o ESG, dall’inglese Environmental, Social and Governance) nei propri investimenti, per accelerare l'azione sul clima e fare progressi su rischi ed opportunità associati ai cambiamenti climatici.

Contattaci

Climate Bonds

Carbonsink grazie all'esperienza maturata nel settore della Climate Finance ha deciso di applicare la propria esperienza in ambito Climate Change al mercato dei Climate Bond, promuovendo la diffusione dei Climate Bonds nel mercato italiano come strumenti finanziari utili alla mitigazione dei cambiamenti climatici.

Learn More

TCFD - Task Force on Climate-related Financial Disclosures

Costituita nel 2015 dal Financial Stability Board (FSB) per creare delle linee guida sulla rendicontazione dei rischi legati al cambiamento climatico. Le raccomandazioni della TCFD riguardano la diffusione volontaria di comunicazioni rilevanti legate al clima, da effettuare nel quadro delle comunicazioni finanziarie ufficiali.

Learn More

Tassonomia Verde dell'Unione Europea

La tassonomia delle attività economiche eco-compatibili (Regolamento UE 2020/852) è uno degli interventi normativi centrali in cui si è sviluppato l’Action Plan sulla finanza sostenibile avviato dalla Commissione a marzo 2018 e che prevede “una classificazione delle attività che possono essere considerate sostenibili in base all’allineamento agli obiettivi ambientali dell’Unione Europea e al rispetto di alcune clausole di carattere sociale”.

La tassonomia EU renderà possibile per gli investitori individuare le attività economiche categorizzate come “sostenibili” in grado di contribuire a raggiungere l’obiettivo emissioni zero entro il 2050 e i relativi criteri di selezione.

Scarica il contenuto
La Tassonomia Verde dell'Eunione Europea

La percezione del rischio climatico delle società quotate al FTSE MIB e FTSE Italia Mid Cap – Rapporto 2021

La terza edizione del Rapporto “La percezione del rischio climatico delle società quotate al FTSE MIB e FTSE Italia Mid Cap” è stata realizzata da Carbonsink e Fondazione Eni Enrico Mattei, e si basa sulle informazioni rese pubbliche in materia di disclosure climatica, delinea il grado di maturità delle più importanti società italiane in tema di cambiamento climatico.

La principale novità del Rapporto 2021 riguarda l’estensione del campione preso in esame: alle società del FTSE MIB, si aggiungono infatti le società del FTSE Italia Mid Cap. Il campione passa così da 40 a 100 società, un incremento significativo che permette di fotografare con maggiore dettaglio la realtà italiana. La metodologia di indagine è stata ulteriormente migliorata per cogliere le principali tendenze in un contesto in continua evoluzione, a livello di policy, di consapevolezza, di azione volontaria, per esempio in relazione alla tassonomia europea, all’analisi di scenario e alla misura degli impatti finanziari R&O.

Con questo Rapporto, Carbonsink e Fondazione Eni Enrico Mattei intendono fornire uno strumento di riflessione per le imprese impegnate nella definizione di strategie di carbon neutrality e stimolare il dibattito nell’opinione pubblica in merito al percorso di azione per il clima delineato dall’Accordo di Parigi.

Scarica il report
La percezione del rischio climatico delle società quotate al FTSE MIB – Rapporto 2021

RELATED NEWS

SUBSCRIBE TO OUR NEWSLETTER