Task force svela la roadmap per un mercato del carbonio su larga scala

In occasione degli incontri di Davos 2021, la Taskforce on Scaling Voluntary Carbon Markets (TSVCM) ha pubblicato il piano per sviluppare un mercato di crediti di carbonio su larga scala. La roadmap mira a sostenere gli obiettivi globali di limitare l'aumento della temperatura entro 1,5 ° C e raggiungere emissioni nette zero entro il 2050. Il lancio del rapporto TSVCM è avvenuto durante l'Agenda di Davos, in una conversazione virtuale che ha coinvolto relatori di alto livello come Bill Gates, Mark Carney, Annette L. Nazareth e Bill Winters 

La Taskforce è un'importante iniziativa varata a settembre 2020 da Mark Carney, inviato speciale delle Nazioni Unite per il clima e consulente finanziario del governo britannico per COP26. Carbonsink è l'unica azienda italiana a far parte del Gruppo Consultivo di esperti che hanno contribuito al lavoro della Taskforce, nella persona di Andrea Maggiani, CEO e fondatore di Carbonsink. 

Tra i risultati principali, la TSVCM ha identificato sei aree chiave in cui sono necessari sforzi per realizzare un mercato volontario del carbonio ampio, trasparente, verificabile e robusto: 

  • principi fondamentali,  
  • contratti di riferimento,  
  • infrastrutture,  
  • legittimità delle compensazioni,  
  • integrità del mercato,  
  • demand signals. 

 

La Taskforce ha anche dichiarato che la COP26 che si svolge a novembre 2021 rappresenta "una pietra miliare per il lancio di solide linee guida di utilizzo e dei criteri necessari per garantire che il mercato volontario del carbonio contribuisca agli obiettivi dedi Parigi". 

Leggi il rapporto completo e la sintesi 

Riguarda l’evento “Carbon Markets: A Conversation with Bill Gates, Mark Carney, Annette Nazareth and Bill Winters” 

Task force svela la roadmap per un mercato del carbonio su larga scala

SUBSCRIBE TO OUR NEWSLETTER