L’importanza degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile nei reporting aziendali

I 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) adottati dai 193 Stati membri delle Nazioni Unite nel 2015, forniscono un quadro condiviso per affrontare le più grandi e importanti sfide di sostenibilità al mondo: dallo sviluppo ambientale, economico, sociale e culturale, con ciascun obiettivo che si dirama in un elenco separato di indicatori e obiettivi precisi.

Raggiungere gli SDG richiede un impegno concreto non solo da parte di governi e aziende, ma anche da parte degli investitori. Si stima infatti che entro il 2030 occorreranno 90 trilioni di dollari per raggiungere gli SDG.

Global Reporting Initiative (GRI), Principles for Responsible Investment (PRI) e il Global Compact delle Nazioni Unite hanno pubblicato dieci raccomandazioni utili per le aziende per soddisfare le esigenze degli investitori e per stimolare maggiori investimenti che contribuiscano all’affermarsi degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG).

Le tre entità (GRI, PRI e il Global Compact delle Nazioni Unite), non a caso,  rappresentano le organizzazioni leader a livello mondiale nei settori della rendicontazione della sostenibilità, della responsabilità aziendale e degli investimenti responsabili.

Le raccomandazioni si concentrano quindi su come il reporting aziendale possa rispondere alle esigenze degli investitori per mobilitare finanziamenti sostenibili e a lungo termine necessari per il conseguimento degli SDG.

Aiutare le imprese a misurare e gestire i loro impatti sugli SDGs

Fiona Reynolds CEO di PRI, ha dichiarato che "gli SDG concordati a livello mondiale sono un'articolazione delle questioni ambientali, sociali ed economiche più urgenti al mondo ed in quanto tali, agiscono come un elenco definitivo dei fattori materiali che gli investitori dovrebbero considerare come parte del loro obbligo fiduciario".

L’iniziativa congiunta di GRI, PRI e UNGCC, ha il principale obiettivo di aiutare le imprese a misurare e gestire i loro impatti sugli SDGs. Questo conferma ancora una volta il ruolo prioritario del settore privato nella lotta al cambiamento climatico: ed è aumentando la consapevolezza dell’importanza del raggiungimento degli SDGs che si potrà affermare nel settore privato un modello di business sostenibile a lungo termine.

La discussione sul ruolo del settore privato nell'accelerare i progressi negli SDGs e in che modo le decisioni di business hanno un impatto diretto su specifici obiettivi è di fondamentale importanza.

Una sfida globale: il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile

Il cambiamento climatico è una questione globale e l’azione di governi e istituzioni non può bastare: questo significa che il settore privato può svolgere davvero un ruolo prioritario nella lotta al Climate Change, concentrando le attività di riduzione delle emissioni in opzioni a basso costo e nella scelta consapevole di finanziamenti in linea con gli obiettivi e la mission aziendali.

Se si vogliono raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs), i responsabili delle politiche devono concentrarsi meno sugli obiettivi individuali e più sui legami tra i 17 obiettivi per creare un mondo più pulito, più sostenibile e più equo entro il 2030.

Le raccomandazioni richiedono uno sforzo da parte di tutto l’azienda, e non solo, con il supporto di organizzazioni come GRI, PRI e il Global Compact delle Nazioni Unite, le aziende e la comunità degli investitori dovrebbero continuare a lavorare e imparare insieme per promuovere le migliori pratiche di reporting sulla sostenibilità aziendale a supporto degli SDG.

Ciò consentirà al settore privato e agli investitori di contribuire in modo significativo all'Agenda 2030, aprendo opportunità da cui le imprese e gli investitori - e in definitiva tutta la società - possono trarre beneficio.

L’importanza degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile nei reporting aziendali