Global Energy & CO2 Status Report: cresce la domanda di energia e nuovo record per la CO2

L'International Energy Agency (IEA), ha pubblicato il nuovo "Global Energy & CO2 Status Report", lo studio dedicato al consumo energetico globale e alle emissioni di CO2 legate al settore energetico.

Il report mostra come il consumo globale di energia nel 2018 sia aumentato quasi del doppio del tasso medio di crescita dal 2010, spinto soprattutto da una robusta economia globale e da un maggiore fabbisogno di riscaldamento e raffreddamento in alcune parti del mondo.

La crescita della domanda di energia a livello globale è stata pari al 2,3% , il ritmo più veloce in questo decennio. Si tratta di una crescita eccezionale trainata da un’economia globale stabile e da una maggiore necessità di riscaldamento e raffreddamento in alcune regioni.

Alla crescita di domanda energetica è corrisposto però un aumento consistente delle emissioni di CO2: le emissioni di CO2 legate all'energia sono aumentate dell'1,7% , fissando un nuovo massimo storico pari a 33,1 Gt di CO2. Si stima che quasi un terzo dell'aumento di emissioni climalteranti è imputabile all'entrata in esercizio di nuove centrali a carbone specie nel continente asiatico; dove, nel 2018, il consumo di carbone è cresciuto dello 0,7% rispetto all'anno precedente.

Aumenta anche la domanda di petrolio, dell'1,3% nel 2018, guidata dalla forte crescita negli Stati Uniti. L'avvio di grandi progetti petrolchimici ha guidato la domanda di prodotti, che ha parzialmente compensato un rallentamento della crescita della domanda di benzina. Gli Stati Uniti e la Cina hanno mostrato la maggiore crescita complessiva, mentre la domanda è diminuita in Giappone e Corea ed è rimasta stagnante in Europa.

Cresce anche il consumo di gas naturale, trainato dalla crescente domanda di energia e dalla sostituzione del carbone. Il passaggio dal carbone al gas ha rappresentato oltre un quinto dell'aumento della domanda di gas. Gli Stati Uniti hanno guidato la crescita seguita dalla Cina.

La domanda di carbone è cresciuta per il secondo anno, ma il suo ruolo nel mix globale ha continuato a diminuire. L'aumento dello 0,7% dello scorso anno è stato significativamente più lento del tasso di crescita annuale del 4,5% registrato nel periodo 2000-10. Tuttavia, mentre la quota di carbone nella domanda di energia primaria e nella produzione di energia elettrica continua lentamente a diminuire, rimane ancora la principale fonte di energia elettrica e la seconda più grande fonte di energia primaria.

Segnali positivi arrivano dall'energie rinnovabili, aumentate del 4% nel 2018, rappresentando quasi un quarto della crescita della domanda energetica globale. La Cina rimane il leader nel settore delle energie rinnovabili, sia per l'eolico che solare, seguita dall'Europa e dagli Stati Uniti.

Segnale positivo ma non sufficiente per soddisfare interamente il contestuale aumento della domanda globale di elettricità, come ha dichiarato il Direttore Esecutivo IEA, Fatih Birol, "nonostante la forte crescita delle energie rinnovabili, le emissioni globali di gas ad effetto serra continuano ad aumentare, dimostrando ancora una volta che sono necessarie azioni più urgenti ed efficaci sul lungo periodo".

FONTE GECO 2019

Global Energy & CO2 Status Report: cresce la domanda di energia e nuovo record per la CO2