European Green Deal Investment Plan & Just Transition Mechanism

Il nuovo presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, ha presentato ufficialmente l'atteso Sustainable Europe Investment Plan, il Piano che dovrà supportare e sostenere la transizione sostenibile della comunità europea.

Ma cos’è il Sustainable Europe Investment Plan?

Può essere definito a tutti gli effetti il pilastro di investimento del Green Deal europeo. Per raggiungere gli obiettivi fissati, il piano mobiliterà almeno 1 trilione di euro in investimenti sostenibili nel prossimo decennio. Parte del piano, il Just Transition Mechanism, sarà indirizzata a una transizione equa e sostenibile. Mobiliterà almeno 100 miliardi di euro in investimenti nel periodo 2021-2027 per sostenere i lavoratori e i cittadini delle regioni più colpite dalla transizione.

Il piano di investimenti del Green Deal europeo ha tre obiettivi principali:

  • In primo luogo, aumenterà i finanziamenti per la transizione e mobiliterà almeno 1 trilione di euro per sostenere investimenti sostenibili nel prossimo decennio attraverso il bilancio dell'UE e gli strumenti associati, in particolare InvestEU;
  • In secondo luogo, creerà un quadro abilitante per gli investitori privati ​​e il settore pubblico per facilitare investimenti sostenibili;
  • In terzo luogo, fornirà supporto alle pubbliche amministrazioni e ai promotori di progetti nell'individuare, strutturare ed eseguire progetti sostenibili.

Come sarà finanziato il piano? E come verranno mobilitati 1 trilione di euro?

Diventare il primo blocco mondiale neutrale dal punto di vista climatico entro il 2050 è una grande sfida ma anche una grande opportunità. Il bilancio dell'UE, gli Stati membri e gli attori privati svolgeranno tutti un ruolo importante nel finanziamento del Green Deal europeo. Il bilancio dell'UE da solo non può essere sufficiente per far fronte ai cambiamenti climatici o per far fronte alle enormi esigenze di investimento globali.

Il prossimo bilancio dell'UE a lungo termine durerà sette anni dal 2021 al 2027 e investirà sostanzialmente in obiettivi legati al clima e all'ambiente. La Commissione ha proposto il 25% del suo totale per contribuire all'azione per il clima e alle spese per l'ambiente attraverso molteplici programmi (ad esempio Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale, Fondo europeo agricolo di garanzia, Fondo europeo di sviluppo regionale, Fondo di coesione, ecc).

Che tipo di progetti saranno finanziati nell'ambito del piano di investimenti del Green Deal europeo? Chi potrà trarne beneficio?

I progetti finanziati nell'ambito del piano europeo per gli investimenti sostenibili contribuiranno al raggiungimento degli obiettivi del Green Deal europeo, all'emergere di nuove industrie dell'energia pulita e dell'economia circolare e creeranno posti di lavoro di alta qualità per un'economia europea competitiva. I fondi e i programmi che contribuiscono al piano di investimenti del Green Deal europeo (come InvestEU o Just Transition Fund) forniranno finanziamenti su misura per un'ampia gamma di progetti.

Sia i piccoli progetti (ad es. Il rinnovo individuale dell'energia domestica) che quelli più grandi (ad es. L'installazione di una rete di stazioni di ricarica per veicoli elettrici) potranno beneficiare di programmi e prodotti dedicati. Il sostegno agli investimenti sarà adeguato al livello di rischio che comportano progetti specifici. 

Tali progetti comprendono l'ammodernamento dei servizi di teleriscaldamento a Budapest, il sostegno all'installazione di pannelli solari nelle case private e la realizzazione di aziende industriali più efficienti dal punto di vista energetico in Lituania o la modernizzazione della fornitura di elettricità e calore a Zagabria. Il Just Transition Mechanism si concentrerà sui costi sociali ed economici della transizione nelle regioni più colpite e sui progetti finanziari che vanno dalla creazione di nuovi posti di lavoro attraverso il sostegno alle imprese, la ricerca di lavoro e l'assistenza di riqualificazione per le persone in cerca di lavoro che hanno perso l'occupazione a causa della transizione, ma anche il rinnovo di edifici e investimenti in energie rinnovabili, reti di teleriscaldamento e trasporti sostenibili.

Come intende monitorare che gli investimenti finanziati siano veramente sostenibili?

Il raggiungimento degli obiettivi ambiziosi per il clima dell'Unione sarà supportato da un sistema di rendicontazione e monitoraggio potenziato e solido, basato su metodologie specifiche applicate nell'ambito dei programmi pertinenti. Più in generale, ogni anno la Commissione terrà un vertice sugli investimenti sostenibili con tutte le parti interessate. Questa sarà un'opportunità per fare il punto sui progressi compiuti su tutti i fronti del piano europeo per gli investimenti nel Green Deal e identificare nuove strade di azione.

Come verrà utilizzata la tassonomia dell'UE nel contesto del piano europeo per gli investimenti sostenibili?

La Commissione accoglie con favore il recente accordo politico dei colegislatori sul regolamento che istituisce un quadro per facilitare gli investimenti sostenibili, compresa la tassonomia dell'UE. Fornirà al settore privato un'intesa comune su cosa sia l'investimento sostenibile e porrà le basi per stabilire un sistema di classificazione a livello UE per attività economiche sostenibili dal punto di vista ambientale.

La Commissione preparerà la tassonomia climatica entro la fine del 2020 e preparerà la tassonomia per tutti gli altri obiettivi ambientali entro la fine del 2021. La tassonomia dell'UE contribuirà alla metodologia di monitoraggio del clima InvestEU che verrà utilizzata dai partner attuatori di InvestEU. La Commissione esaminerà inoltre come la tassonomia dell'UE può essere utilizzata nel contesto del Green Deal europeo da parte del settore pubblico, oltre a InvestEU.

In che cosa consiste il Just Transition Mechanism e come verrà finanziato?

Mentre il piano europeo per gli investimenti del Green Deal esamina come sostenere il Green Deal nel suo insieme, il meccanismo di transizione equa è specificamente mirato alle regioni che saranno maggiormente colpite dalla transizione. Ciò assicurerà che la transizione verso la neutralità climatica funzioni bene per tutti.

Il meccanismo di transizione giusta è strutturato attorno a tre pilastri:

  1. Just Transition Fund: il nuovo Fondo dotato di una propria dotazione all'interno del bilancio dell'UE, che la Commissione propone di aggiungere a 7,5 miliardi di euro in aggiunta alla sua proposta di bilancio a lungo termine. Nel complesso, il finanziamento raggiungerà tra i 30 ei 50 miliardi di euro nel periodo 2021-2027. Il fondo fornirà principalmente sovvenzioni alle regioni in cui molte persone lavorano nella produzione di carbone, lignite, scisti bituminosi e torba o alle regioni che ospitano industrie ad alta intensità di gas serra. Ad esempio, sosterrà i lavoratori nello sviluppo di abilità e competenze per il mercato del lavoro del futuro e delle PMI, ma anche nuove opportunità economiche per creare posti di lavoro in queste regioni. Sosterrà inoltre gli investimenti nella transizione verso l'energia pulita, ad esempio nell'efficienza energetica.

  2. Solo un regime di transizione nell'ambito di InvestEU per mobilitare investimenti per un massimo di 45 miliardi di euro. Attrarrà investimenti privati a beneficio di quelle regioni e aiuterà le loro economie a trovare nuove fonti di crescita. Ad esempio, ciò potrebbe includere progetti di decarbonizzazione, diversificazione economica delle regioni, energia, trasporti e infrastrutture sociali. Il sistema opererà secondo i principi che definiscono InvestEU, in base al quale una parte del finanziamento nell'ambito di InvestEU sarà focalizzata sui giusti obiettivi di transizione. programma InvestEU.

  3. Strumento di prestito del settore pubblico con la Banca europea per gli investimenti sostenuta dal bilancio dell'UE per mobilitare investimenti tra 25 e 30 miliardi di euro. Sarà utilizzato per prestiti agevolati al settore pubblico, ad esempio per investimenti in infrastrutture energetiche e di trasporto, reti di teleriscaldamento e ristrutturazione o isolamento degli edifici. Il meccanismo di prestito si baserà su un contributo di 1,5 miliardi di euro a carico del bilancio dell'UE e su un prestito BEI di 10 miliardi di euro a proprio rischio.

Il Just Transition Mechanism non riguarda solo i finanziamenti: basandosi su una piattaforma di transizione giusta, la Commissione fornirà anche assistenza tecnica a Stati membri, regioni e investitori e si assicurerà che le comunità interessate, le autorità locali, le parti sociali e le organizzazioni non governative siano coinvolti. La piattaforma consentirà scambi bilaterali e multilaterali di esperienze sugli insegnamenti tratti e sulle migliori pratiche in tutti i settori interessati. La Commissione faciliterà inoltre gli investimenti nella transizione assicurandosi che il quadro normativo fornisca i giusti incentivi.

FONTE

European Green Deal Investment Plan & Just Transition Mechanism